Sono una pianista e autrice di traduzioni, racconti e saggi di argomento musicale. Suono volentieri in concerti di musica classica e contemporanea. Amo la varietà degli stili e dei generi, sia nella musica sia nella scrittura.

Nata e cresciuta a Torino, ho studiato letteratura tedesca all’Università di Torino e pianoforte a Torino e Bolzano.

Ora sono titolare della cattedra di Pratica e Lettura Pianistica al Conservatorio di Milano, ma nel corso degli anni ho insegnato nei Conservatori di Bolzano, Trento, Piacenza, Parma, Torino, Verona, Fermo, Cosenza, Rodi Garganico e Trapani.

Sono convinta che noi musicisti abbiamo il compito di condurre chi non fa della musica il proprio mestiere sulle strade della nostra arte. Per questo sono stata particolarmente felice di partecipare per diversi anni ad un numero imprecisato di trasmissioni radiofoniche della Rai sia in qualità di musicista sia di autrice.

Ho condotto trasmissioni televisive e ho ideato diversi progetti di letture/concerto e conferenze/concerto che mi hanno portata a collaborare con istituzioni musicali quali Settembre Musica, MITO, Ravenna Festival, Società dei Concerti di Bolzano, Teatro Goldoni di Venezia, Goethe Institut di Torino e Istituto Austriaco di Cultura di Roma.

Negli anni 2010-1012 sono stata conduttrice della trasmissione televisiva del Concerto di Capodanno di Vienna in diretta dal Musikverein su Rai2.

In tutte le mie collaborazioni ho sempre cercato di offrire a chi mi ascoltava gli strumenti per formarsi un giudizio personale e autonomo sulla musica.

Non credo alla necessità di banalizzare la cultura, invece mi piace indagare e indugiare nei contesti in cui i capolavori sono stati creati.

Per questo non solo mi ha fatto piacere, ma ho anche imparato molto con le traduzioni, commissionate da Settembre Musica e curate da Enzo Restagno, del carteggio tra Johannes Brahms e Theodor Billroth, Caro Johannes! (EDT 1997), dei diari del matrimonio di Robert e Clara Schumann, Casa Schumann (EDT 1998), libro tradotto insieme a Quirino Principe), della memorie degli amici di Schubert, Schubert. L’amico e il poeta  (EDT 1999), delle prime biografie di Haydn, Haydn: Due ritratti e un diario, (EDT 2001) e il suo diario londinese.

Negli anni 2003-2005 ho vissuto in casa Mozart, partecipando alla traduzione integrale dell’epistolario della famiglia Mozart la cui pubblicazione, inizialmente programmata presso Il Saggiatore, non è andata a buon fine. Ma non per me, perché il lavoro di studio e traduzione mi hanno portato a scrivere La costanza della ragione. Il tempo e la storia del Requiem di Mozart, che è stato pubblicato da Diabasis nel 2008.

Nel tempo avevo anche curato due testi sul pianoforte romantico: Liszt maestro di piano (Sellerio, 1997) e I grandi virtuosi  (Sellerio, 2002).

Nell’ottobre 2005 l’editore Zecchini ha pubblicato un mio volume di racconti Amata Vienna.

Nella primavera del 2010 è andato in scena a Piacenza nella stagione dei Concerti della Domenica uno spettacolo/concerto ispirato ad un mio testo originale: I sogni hanno entrate segrete, con musiche di Cage, Adams, Monk, Barbero, Schumann, Schubert, Poulenc e altri. A questo spettacolo hanno partecipato Sonia Grandis, voce recitante, Maddalena Ferraresi, scenografia, Elisabetta Golinelli, Armando Lazzaroni e Lelio Ripamonti.

Sono iscritta all’Ordine dei giornalisti dal 1985 e ho collaborato a L’Alto Adige e Il Mattino di Trento e Bolzano, oltre che a molte riviste musicali e di estetica.

Per diversi anni sono stata volontaria della Croce Bianca di Milano, un’esperienza umana intensa e indimenticabile. Ho conosciuto persone fantastiche e ho lavorato con loro finché gli impegni professionali me l’hanno permesso. Abbiamo inoltre organizzato concerti insieme ad altri volontari musicisti. La foto è stata scattata durante un concerto per Piano City Milano.