Beethoven e Napoleone

Oggi alle 14.00 su Radio3 – Wikimusic

Ascolta: https://www.raiplayradio.it/programmi/wikimusic/  

Un programma di Giovanna Natalini e  Federico Vizzaccaro.

Un’enciclopedia della musica raccontata da musicologi, musicisti e studiosi. Ogni puntata parte da un evento legato al calendario di quel giorno, ad esempio una prima rappresentazione di un’opera, la data di nascita di un compositore, un avvenimento storico che accompagna una memorabile esecuzione musicale… Protagonista è la musica attraverso il racconto, la lettura di documenti dell’epoca (lettere, diari di viaggio, articoli di riviste del tempo e altre fonti storiche) e, soprattutto, l’ascolto di una ricca selezione di brani musicali. Ogni puntata di WikiMusic, dunque, è una piccola tessera di un mosaico che nel tempo formerà una singolare “enciclopedia” della musica raccontata alla radio, dal medioevo ai nostri giorni

Protagonisti di oggi Beethoven e Napoleone. Beethoven è alla vigilia della presentazione al pubblico della sua Terza Sinfonia in mi bemolle maggiore. E’ nato lo “stile eroico” ispirato alla figura di Napoleone, che è alla vigilia di Austerlitz e della proclamazione imperiale. Un rapporto ideale non privo di contrasti con una dedica, quella della Terza Sinfonia che viene cancellata e che diventa un titolo: Sinfonia Bonaparte. Sullo sfondo le battaglie vinte e perse dal grande stratega, il rumore delle battaglie, l’urgenza di un momento storico dalla portata ideale immensa, in cui la Storia entra nella vita di tutti dai poeti, come Hölderlin, che scrive un inno a Napoleone, ai filosofi come Hegel, che vede nell’Imperatore l’Anima del Mondo a cavallo, a Stendhal che si unirà alle truppe francesi nei mesi in cui occupano Vienna. Nel maggio del 1809 Napoleone risiede nel castello di Schönbrunn, proprio mentre Haydn vive i suoi ultimi giorni di vita, e Beethoven, immiserito dai giorni di assedio della città, accetta una commissione inglese, il tutto mentre risuonano i colpi delle cannonate della celebre battaglia di Essling il 21 e 22 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *